COME DISSALARE IL BACCALA'



Per dissalare il baccalà occorre sciacquare accuratamente il filetto (intero o tagliato in pezzi) sotto il getto dell’acqua fredda, così da togliere il sale in eccesso sulla superficie.

Una volta lavato va messo in una ciotola immerso in acqua fredda. Copriamo con un coperchio o con della pellicola per alimenti e riponiamo in frigorifero.

Circa 8 ore dopo sciacquiamo bene il nostro baccalà sotto acqua corrente fredda e lo mettiamo nuovamente nella ciotola immerso in acqua fredda coperto in frigorifero.

Ripetiamo questa operazione tre volte al giorno, quindi circa ogni 7-8 ore.

Questo procedimento non permetterà soltanto al baccalà di perdere tutto il sale, ma favorirà la reidratazione della sua polpa, che in conservazione sotto sale si era disidratata.

C’è chi usa fare l’ultimo bagno del baccalà anziché nell’acqua nel latte.

Non eseguite più di 3 giorni di ammollo in quanto il baccalà finirebbe per ammollarsi troppo e perdere quindi consistenza in cottura.

E’ possibile congelare il baccalà dissalato.